Carrello

DiarioEventiGite Fuori PortaIn Bici con SessantalloraNews

Gita fuori porta al Monte Baldo – 2020 – REPORT

By Ottobre 20, 2020Novembre 10th, 2020No Comments
Gita fuori porta al Monte Baldo 2020

E’ il 26 Settembre, abbiamo deciso di fare una gita fuori porta per andare a scalare il Monte Baldo prima che la stagione renda tutto più complicato.

Sono le 7:30 e siamo ad Affi (Vr), fa freddo ma la giornata è stupenda, sole limpido e aria che taglia la pelle, ci si prepara nel parcheggio del Bici Grill, manicotti, antivento, sotto casco e guanti mezza stagione, siamo pronti.

Alle 8:00 in punto partiamo direzione Caprino, vento leggermente contro e pungente, teniamo una velocità di 32-33 Km/h per scaldarci un po’ fino alle prime rampe della salita che inizia dopo circa 12 km.

Il ‘’Baldo’’ è lungo, molto lungo e si fa sempre più duro nella parte finale, perciò i primi 7-8 km li facciamo in compagnia ad una velocità moderata. Poi dopo Spiazzi i ‘’cavalli’’ vogliono mettersi alla prova ed allora, bagarre sia….

Si alza il ritmo, rompiamo il fiato, ci si inizia a spogliare e la velocità cresce fino a sgretolare il gruppo, che km dopo km si frammenta in tanti piccoli gruppetti di 2-3 ciclisti.

La montagna si apre verso Ferrara di Monte Baldo e la strada si inerpica con pendenze che vanno in doppia cifra. Si imbocca un rettilineo infinito sempre al 12-13% che non dà respiro; qui le gambe fanno male, bruciano ma non si molla, tutti combattono e cercano di tenere il proprio ritmo in mezzo ad un paesaggio prealpino mozzafiato.

Il bello deve ancora venire, all’improvviso la strada curva a sinistra, la sede stradale diventa strettissima e il navigatore segna 20%, così per un km e mezzo infernale, dove le pendenze vanno dal 14 al 18%. E’ veramente durissima!

Finalmente si entra nel bosco e si rifiata con gli ultimi 4km in leggero falsopiano fino al bivio per Avio, dove ci aspetta la nostra ammiraglia nuova, con staff e fotografo pronti a darci supporto e ad immortalare le facce stanche ma contente di essere arrivati in cima.

Ci si cambia l’intimo, maglie asciutte, sotto casco nuovo e dopo aver mangiato un paio di barrette, via in discesa. La strada è fantastica, 25 km di asfalto perfetto, tutte curve, contro curve e tornanti super divertenti che ci fanno sentire dei ‘’corridori’’ veri. Anche qui i più bravi si lanciano in un tagada continuo di cambi di direzione, superando a volte anche i 70 km/h.

E’ gia finita, siamo arrivati giù ad Avio, panino e coca al bar del paesino e poi via sulla strada di ritorno, lungo l’Adige.

Qui il capitano lancia il ‘’trenino Sessantallora’’, si va ragazzi, mai sotto i 40km/h fino ad Affi, il gruppetto si sgretola nel finale, complice una salitella di 1km dove chi ha ancora energia attacca e si ‘’prova’’ staccando i compagni che inseguono, non mollando fino al parcheggio, dove tutti arrivano con il fiato corto ma entusiasti di questa ennesima trasferta di questo anno ‘’strano’’.

Per chiudere in bellezza ci cambiamo e poi tutti a bere una birretta prima del rientro, momento sempre molto gradito dal Team Sessantallora.

Alla prossima gita fuori porta ragazzi, per una nuova esperienza alla scoperta del nostro magnifico paese Italia.

Lo Staff

Leave a Reply

X